Roma +39 0683390285 Milano: +39 0287198621 Bologna +39 0510540617 segreteria@studiolegalelerro.net
Seleziona una pagina
Legal Health Consultancy

Lo Studio svolge la propria attività prevalentemente nel settore della Consulenza legale strategica e organizzativa nel settore del Diritto Sanitario, rivolta alle Aziende Sanitarie private, private – accreditate con il S.S.N., miste pubblico-privato. Consulenza in ordine alla organizzazione e gestione delle Aziende e dei Servizi da essa erogati, gestione del rischio clinico, gestione della qualità.
Alle Associazioni Scientifiche di settore, l’attività di consulenza è rivolta per il tramite della istituzione e gestione dell’Ufficio Legale interno, che rivolge agli iscritti prestazioni di consulenza preventiva e assistenza stragiudiziale in materia civile e amministrativa, redazione congiunta con i Board Clinici dei modelli di consenso informato al trattamento, percorsi informativi e protocolli clinici tesi al controllo del rischio clinico.
L’assistenza in materia amministrativa è prevalentemente rivolta ai procedimenti finalizzati all’ottenimento dei titoli idonei all’apertura o all’ampliamento delle Strutture Sanitarie, ovvero titoli autorizzativi e relativi procedimenti.
Per i Professionisti e le Aziende l’attività si arricchisce di due ulteriori settori di forte interesse, quale la consulenza in materia assicurativa e di tutela del patrimonio, e consulenza in materia economico finanziaria.
Tutte le attività di legal consultancy sono affiancate dalle attività di litigation and professional assistance.

Litigation Internazionale

I settori nei quali insiste l’attività di assistenza giudiziale sono il contenzioso Medico – Paziente, Struttura Sanitaria – Paziente, Regolatorio in materia di Farmaci e Dispositivi Medici.
I settori nei quali insiste, invece, l’assistenza giudiziale in materia amministrativa riguardano prevalentemente l’impugnativa di sanzioni amministrative connesse all’esercizio dell’attività sanitaria, l’impugnativa di atti lesivi degli interessi legittimi dei singoli.

Attività Finanziaria

La consulenza in materia economico finanziaria consta di una serie di attività distinte ma tra loro complementari, quali:

> Business planning

> Budget

> Controllo di gestione

> Capital budgeting

> Valutazione d’azienda

> Analisi di bilancio

> Predisposizione di modelli organizzativi ai sensi della D.Lgs. 231/2001

| Business planning

Attraverso la predisposizione di bilanci preventivi viene redatto un piano che consente all’imprenditore/management di prefigurare gli scenari economico – finanziari per un periodo che può variare dai 5 ai 10 anni, agevolandolo nelle scelte strategiche di lungo termine.

Relativamente all’azienda sanitaria pubblica, una corretta programmazione pluriennale ha tra i principali obiettivi quello di supportare il management nella gestione delle risorse assegnate dagli enti preposti al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza alla popolazione.

Una pianificazione esclusivamente di breve termine potrebbe portare, soprattutto in strutture caratterizzate da modelli gestionali spesso poco improntati all’efficienza, a generare situazioni di squilibrio economico – finanziario di lungo periodo, tali da non consentire all’azienda di garantire i servizi ai quali è destinata.

Anche nella struttura sanitaria privata, più profit oriented, rispetto a quelle a carattere pubblicistico, un’adeguata pianificazione di lungo termine risulta necessaria per soddisfare sia gli interessi degli stakeholder, sia per garantire una qualità soddisfacente dei servizi sanitari erogati.

| Budget

Costituisce la versione completa e dettagliata del primo anno del conto prospettico di lungo termine. Attraverso la redazione di questo documento è possibile predisporre un piano aziendale periodico di supporto al management nell’ambito dell’assunzione di importanti decisioni sul modo migliore di distribuire e impiegare le risorse aziendali in funzione degli out come attesi.

Il processo di budgeting nelle strutture sanitarie costituisce un’importante opportunità per diffondere all’interno delle stesse una cultura aziendale che ha come elementi caratterizzanti il raggiungimento dei risultati e l’assunzione di responsabilità precise di carattere economico.

| Controllo di gestione 

Nell’ambito del processo di aziendalizzazione che da oltre un ventennio sta caratterizzando le strutture operanti in ambito sanitario, l’attività di pianificazione e controllo rappresenta, ad oggi, uno degli strumenti principali per stimolare il raggiungimento degli obiettivi e il controllo delle performance.

Oggi più che mai le aziende sanitarie si trovano ad affrontare problematiche tipiche di altri settori, quali ad esempio, l’ottimizzazione dei costi, la riduzione degli sprechi, il miglioramento delle performance; pertanto la necessità di porre maggiore attenzione sul tema della razionalizzazione delle risorse disponibili (volta al raggiungimento di un maggiore del livello di efficienza), deve essere contemperata con le contrapposta necessità di soddisfare le esigenze sanitarie della popolazione (che ha come obiettivo l’erogazione di servizi qualitativamente soddisfacenti).

Il controllo di gestione oltre che nelle aziende sanitarie pubbliche costituisce un utile strumento di supporto anche per le strutture private operanti nel medesimo settore; queste ultime benchè più vicine ai modelli gestionali tipici del settore privato si trovano, sia per motivi legati all’evoluzione del mercato di riferimento, sia per il difficile compito di conseguire gli obiettivi in modo efficace e (allo stesso tempo) efficiente, nella necessità di adottare strumenti di programmazione dei servizi erogati che consentano di ottenere:

• maggiore responsabilizzazione dei manager nell’ambito dell’attività di pianificazione;

• elaborazione di previsioni più accurate, necessarie per la valutazione dei risultati successivi;

• maggiore coordinamento delle singole unità aziendali in relazione agli obiettivi aziendali;

• ottimizzazione dei costi;

• monitoraggio e miglioramento del livello di qualità dei servizi sanitari erogati complessivi.

| Capital budgeting

Consiste nell’attività di programmazione di lungo termine necessaria per la realizzazione e il finanziamento degli investimenti e nella valutazione del loro impatto su conti aziendali sotto il profilo economico – finanziario.

In particolare, il capital budgeting risulta uno strumento molto utile per affrontare decisioni sugli investimenti e sul capitale, e supportare i processi decisionali del management sanitario nell’ambito della individuazione dei potenziali investimenti, nella scelta di quali tra questi ultimi sono più congeniali alle strategie di lungo termine e nel monitoraggio post-audit degli stessi.

L’introduzione di nuove tecnologie, ad esempio, non può prescindere da un’attenta analisi degli effetti economici che essa implica rispetto alla capacità economica della stessa struttura sanitaria.

| Valutazione d’azienda

Costituisce uno strumento fondamentale per l’imprenditore/management che si trova nella necessità di porre in essere determinate operazioni di natura straordinaria e strategica. Tale tipo di analisi è rivolta alla determinazione del valore del capitale economico delle aziende sanitarie private, che rappresenta una delle grandezze fondamentali utilizzate nell’ambito delle trattative conseguenti alle suddette operazioni:

• fusioni;

• scissioni;

• conferimento di partecipazioni;

• trasformazioni

• cessione d’azienda;

• cessione di azioni/quote;

• rivalutazione quote;

• operazioni sul capitale.

| Analisi di bilancio

L’analisi delle condizioni di equilibrio sotto il profilo economico, finanziario e gestionale rappresenta sempre di più uno strumento necessario per tutti i soggetti coinvolti nella conduzione delle strutture pubbliche e private operanti nel settore sanitario.

Nonostante vi siano delle differenze gestionali tra enti pubblici e aziende del settore privato, per le quali inizialmente è stato concepita tale attività, la sempre crescente necessità di ottimizzare i costi e di migliorare le performance da un punto di vista qualitativo e quantitativo delle suddette strutture, rende indispensabile l’utilizzo di una corretta analisi di bilancio.

Inoltre, la verifica delle condizioni di equilibrio economico – finanziario di una struttura che opera in un contesto socio- economico particolare come quello sanitario rappresenta, in alcuni casi, una valutazione indispensabile ai fini della sopravvivenza della struttura stessa.

Tale analisi abbinata all’elaborazione di piani aziendali prospettici di lungo termine consente di valutare l’impatto futuro sui conti aziendali delle diverse strategie che l’imprenditore/management oggi può adottare.

In sintesi l’attività di analisi di bilancio consente alla struttura sanitaria di:

a. verificare la permanenza della condizione di equilibrio economico-finanziario-patrimoniale;

b. valutare il proprio grado di solvibilità in previsione del ricorso a risorse finanziarie esterne;

c. verificare l’impatto di nuovi investimenti sui conti aziendali sotto il profilo economico, finanziario e patrimoniale;

d. Valutare le performance sotto il profilo qualitativo e quantitativo.

| Predisposizione di modelli organizzativi ai sensi della D.Lgs. 231/2001

L’adozione di Modelli organizzativi di gestione e controllo rappresenta uno strumento efficace per il miglioramento del livello di efficienza e del grado di trasparenza dell’ente. Tale documento ha come obiettivo principale di quello di elaborare e applicare alla vita aziendale le procedure necessarie per garantire il buon funzionamento e l’efficacia dei controlli interni.

L’adozione di un modello organizzativo conforme ai criteri evidenziati nel D.Lgs 231/2001 può risultare fondamentale per limitare i casi di responsabilità penale dell’ente e di consentire allo stesso di beneficiare dell’esimente (non rispondere di determinati specifici reati “presupposto” commessi durante lo svolgimento dell’attività).

Alcuni dei principali vantaggi conseguibili tramite l’adozione di un modello organizzativo conforme ai requisiti di cui al D.Lgs. 231/2001 sono così sintetizzabili:

• miglioramenti a livello gestionale in termini di efficacia ed efficienza;

• il beneficio dell’esimente (estraneità ai reati presupposto);

• vantaggi economici rappresentati dal mancato sostenimento dei costi derivanti dall’applicazione delle sanzioni di cui al decreto in oggetto;

• benefici a livello di immagine dell’azienda;

• maggiore trasparenza organizzativa;

• riduzione costi assicurativi.

Consulenza alle Associazioni Scientifiche

Lo Studio da più di dieci anni offre assistenza alle Associazioni Scientifiche del settore sanitario mediante la gestione degli Uffici Legali, in particolare:
– supporto tecnico nella redazione e richiesta di pareri verso gli Enti pre posti (Ministero della Salute, Agenzia Italiana del Farmaco, Ministero delle Finanze, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ecc.) circa temi di interesse della singola categoria di associati.
– redazione pareristica interna e supporto agli associati tramite la consulenza on line o in studio su temi riguardanti il diritto sanitario, diritto farmaceutico, organizzazione e gestione dei servizi sanitari, autorizzazione delle strutture sanitarie, pubblicità sanitaria, aspetti assicurativi, privacy, fiscalità, tutela del patrimonio e in generale ogni aspetto inerente l’esercizio dell’attività svolta in concreto dai soci.
– formazione specifica sulle materie citate mediante partecipazione ai convegni organizzati dalle associazioni, corsi e seminari organizzati ad hoc su specifica richiesta, organizzazione di specifici moduli formativi nel contesto di corsi di perfezionamento post universitario supportati dall’associazione scientifica di riferimento.
– newsletter periodiche su temi di maggiore interesse per il peculiare settore
– supervisione dell’attività di stampa della associazione, supporto nella richiesta ed ottenimento di articoli di rettifica aventi ad oggetto informazioni false o dannose comparse sul settore di afferenza della associazione medesima.
– supporto tecnico nella redazione e aggiornamento della documentazione clinica (consensi informati, cartelle ambulatoriali, cartelle cliniche, protocolli ecc.)
– supporto nella redazione del documento di analisi del rischio specifico da proporre alle primarie Compagnie Assicurative al fine di studiare strumenti specifici per la copertura del rischio professionale del singolo settore

Modelli Organizzativi, di Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 in Sanità

Lo Studio offre, grazie all’integrazione delle figure professionali che annovera tra partner e collaboratori, consulenza specifica nel settore della responsabilità amministrativa degli enti disciplinata dal D.Lgs 231/2001.

Il Decreto, rubricato “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”, ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti per reati tassativamente elencati e commessi nel loro interesse o vantaggio, da persone fisiche che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione, direzione o controllo (anche di fatto) dell’Ente o di aree organizzative dotate di autonomia finanziaria e gestionale (c.d. soggetti apicali), da persone fisiche sottoposte alla direzione o vigilanza dei soggetti sopraindicati, da persone fisiche che operano in nome e per conto dell’Ente in virtù di un mandato e/ di qualsisi accordo di collaborazione o conferimento di incarichi.
Secondo quanto disposto all’art. 5.1 Lett. A), l’Ente è responsabile anche per i reati commessi da chi eserciti, anche di fatto, la gestione ed il controllo dell’Ente.
I soggetti destinatari della norma in esame sono i seguenti Enti:

Ø Società di persone e capitale (S.n.c., S.a.s., S.p.a., S.r.l., Consorzi, Cooperative ecc.)
Ø Associazioni, Fondazioni, Comitati anche se privi di personalità giuridica
Non sono soggetti al Decreto lo Stato, gli Enti Pubblici territoriali e qualsiasi altro Ente con funzioni di rilievo costituzionale.
L’art 6 del Decreto prevede una forma di esonero della responsabilità dell’Ente dai reati previsti, qualora lo stesso dimostri di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, un Modello di Organizzazione e Gestione idoneo a prevenire i reati della specie di quello eventualmente commesso, che abbia incaricato un apposito organismo indipendente di vigilare affinchè questo modello sia osservato e continuamente aggiornato, che le persone hanno commesso il reato eludendo fraudolentemente i suddetti modelli di organizzazione e di gestione e che non vi sia stata omessa o insufficiente vigilanza da parte dell’organismo su indicato.

Lo Studio consulenza specifica nel settore citato, finalizzata alla analisi, studio e redazione del modello organizzativo di gestione e controllo per le aziende che intendono dotarsi di questo prezioso strumento che si rivela strategico non solo ai fini dell’esimente ma che a fini organizzativi.

Professional Assistance

Grazie al preziosissimo apporto dei consulenti scelti dello Studio, le attività di consulenza legale strategica e organizzativa sono arricchite dalla consulenza in materia assicurativa e di tutela del patrimonio e dalla consulenza in materia economico finanziaria.
La consulenza in materia assicurativa, da ultimo acquisita dallo Studio grazie all’entrata nel team di consulenti specializzati, offre la possibilità di valutazione personalizzata del profilo di rischio, la ricerca del miglior profilo contrattuale al quale aspirare per la tutela della responsabilità civile del professionista e della Struttura Sanitaria.
La consulenza in materia di Tutela del Patrimonio rappresenta, invece, una irrinunciabile analisi che lo Studio offre ai professionisti e alla proprietà aziendale, volta a ottenere una valutazione specifica del rischio patrimoniale in funzione dell’attività svolta e del patrimonio di cui il soggetto risulta essere titolare. L’analisi comparativa dei singoli strumenti e la progettazione della costituzione di uno strumento di protezione specifico, fornisce al Cliente la migliore gestione del proprio patrimonio e la garanzia del passaggio generazionale.

Privacy Management

Adempimenti privacy
Notifiche al garante
Privacy management
Audit on desk & on site
Supporto per il privacy management di piattaforme web
Supporto per il privacy management di app sanitarie e farmaceutiche

Telemedicina e New Tech
Consulenza Assicurativa

Lo studio offre, grazie alla presenza e alla integrazione costante delle diverse figure professionali al suo interno, consulenza circa la scelta del migliore prodotto assicurativo a copertura del rischio professionale del singolo professionista, della struttura sanitaria o della Associazione Scientifica di riferimento.
Questa attività viene svolta muovendo da un attento approfondimento delle prestazioni sanitarie erogate, l’incidenza del rischio in termini di sinistrosità, predisposizione del documento di valutazione che, insieme al cliente, viene poi presentato presso le Compagnie per la valutazione dei prodotti offerti.
Negli anni l’attività ha portato ad ottenere accordi con primarie compagnie per la stipula di prodotti specifici per categoria professionale, riducendo il rischio per chi offre la copertura, e il costo per chi la contrae.

Pubblicità Sanitaria

Come noto il mondo sanitario vive di sempre nuove specificità. Il settore è caratterizzato da molteplici offerte e ogni operatore, a prescindere dalle dimensioni della propria attività, ricorre a forme di comunicazione più o meno strutturate.
La pubblicità sanitaria è regolata dalle disposizioni della Legge 204/2006 meglio conosciuta come “Legge Bersani”, dal Codice di Deontologia Medica e da ulteriori atti regolamentari emanati tempo per tempo dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. La comunicazione in sanità espone il professionista e la struttura proponente (in persona del direttore sanitario in carica) a responsabilità di carattere deontologico, amministrativo, civile e (in talune ipotesi) penale. E’ utile porre attenzione al messaggio che si dirama e dotare i propri strumenti di comunicazione (social network, sito internet, messaggistica ecc.) di tutti i requisiti necessari, nel rispetto della normativa citata.
Approfondimenti:
link a codice deontologia e comunicazione FOMCeO

Redazione Modelli Organizzativi di Gestione e Controllo ex D.Lgs 231/2001 in Sanità

Web Reputation & Ict Legal

ACQUISIZIONI FORENSI E CERTIFICAZIONI LEGALE DI CONTENUTI WEB
Attraverso la collaborazione di un team multi-disciplinare legale e tecnico specializzato è possibile ottenere la certificazione di contenuti ed elementi digitali presenti sul web o su eventuali supporti multimediali al fine ad esempio di costituire elementi di prova in caso di diffamazione, di oggettivare elementi costitutivi di reato, di utilizzo non autorizzato di marchi, brevetti.

Servizi dedicati ai medici, professionisti , aziende e strutture dell’area sanitaria:
WEB REPUTATION
Il termine web reputation, origina dalla lingua inglese e significa letteralmente “reputazione sul internet“, indicando l’insieme di informazioni, giudizi, commenti e quant’altro abbia una minima caratteristica di multimedialità, riferiti ad un’azienda oppure ad un soggetto presente online.
Nell’ambito sanitario, una buona web reputation è fondalmentale, sia per il medico, per il professionista o l’azienda/struttura sanitaria, in quanto è ormai assodato che oltre il 70% dei pazienti effettua una ricerca on-line sul professionista o sulla struttura prima di richiedere un appuntamento, l’incidenza di informazioni o commenti negativi può avere un notevole impatto sul professionista o sulla struttura.

WEB REPUTATION MONITORING
Il servizio di web monitoring, prevede l’attivazione di un sistema di monitoraggio continuo di tutti i contenuti dell’ambito web, dei social network e dei forum così da poter controllare e verificare costantemente ed in modo capillare la citazione del proprio nominativo in qualsiasi contesto liberamente accessibile sul web in tutto il mondo.

WEB LEGAL SUPERVISION
Il servizio prevede la supervisione da parte di un legale dei contenuti pubblicati, con la segnalazione di eventuali profili diffamatori o lesivi dell’immagine del medico, corredati dall’indicazione delle eventuali azioni da poter esperire per richiedere la cancellazione del contenuto e/o la denuncia dell’autore.

WEB LEGAL ACTION
E’ possibile esperire azioni finalizzate alla certificazione forense e/o legale dei contenuti presenti, alla cancellazione dei contenuti lesivi oltre che al perseguimento degli autori per ricevere un indenizzo economico o la comminazione della sanzione penale prevista dall’ordinamento giudiridico.